falcon 9 space x
  • falcon 9 space x

falcon 9 starlink spacex Block 5

10,00 €
Tasse incluse 20/40

falcon 9 starlink

satelite escluso

file stl,State comprando un prodotto digitale. In base alla

Nuova Direttiva Europea 2011/83/Ue sui Diritti dei Consumatori

Per velocizzare l'attivazione del download in attesa dell'acreditamento  vi invitiamo a mandare per posta eletronica distinta di pagamento.

per l'assemblaggio del falcon 9 occorrono 45 magneti al neodimio con diametro 5x5x2mm link consigliato

Quantità

Il Falcon 9 v1.1 è la seconda versione del vettore spaziale Falcon 9 prodotto da SpaceX. Il razzo è stato sviluppato tra il 2011 e il 2013, ha compiuto il suo volo inaugurale nel settembre del 2013 e l'ultimo nel gennaio del 2016. Il Falcon 9 è stato completamente progettato e assemblato da SpaceX. Dopo il secondo lancio del programma CRS, la versione iniziale (v1.0) è stata ritirata dal servizio e sostituita dalla versione 1.1.

Il Falcon 9 v1.1 rappresenta una significativa evoluzione rispetto alla versione precedente, con il 60% in più di massa e spinta. Nel suo volo inaugurale ha portato in orbita il satellite CASSIOPE il 29 settembre 2013, il sesto lancio per la famiglia di Falcon 9.

Entrambi gli stadi del lanciatore utilizzano ossigeno liquido e cherosene raffinato  Il Falcon 9 v1.1 può portare in orbita bassa un carico utile di 13 150 kg e 4 850 kg in orbita di trasferimento geostazionaria, il che inquadra il Falcon 9 v1.1 in una categoria intermedia tra i lanciatori pesanti e leggeri.

Dall'aprile 2014 il lanciatore ha portato la capsula Dragon verso la Stazione Spaziale Internazionale per trasportare materiali sotto il contratto CRS con la NASA.Era stato anche programmato che questa sarebbe stata la versione che avrebbe portato gli astronauti sulla ISS, sotto il contratto Commercial Crew Development firmato nel settembre 2014, ma queste missioni saranno lanciate a bordo della versione definitiva Block 5.

Il Falcon 9 v1.1 è stato fondamentale per lo sviluppo di razzi riutilizzabili ed ha portato SpaceX a migliorare la tecnica per l'accensione di rientro, dell'aerofrenata e dell'atterraggio finale, controllato dal Merlin centrale. Questo obiettivo è stato raggiunto nel primo volo del suo successore Full Thrust, dopo svariati tentativi — alcuni non riusciti per poco — da parte di questa versione.

fonte wikipedia

pla utilizato

Riferimenti Specifici